Il Natale dei bambini

Il Natale dei bambini, attività e giochi

di Sara Fabrizi

Natale. Ci siamo quasi. Si accendono le luci e nell’aria si respira quell’atmosfera diversa che prelude a uno dei giorni più attesi. Ai bambini, in questo periodo dell’anno, si dedica un’attenzione tutta speciale: nelle scuole li si trova impegnati nei lavoretti da portare a casa, in recite o piccoli cori che allietino genitori e nonni. Ma anche fuori le attività pensate appositamente per i più piccoli sono tante, più o meno legate al senso religioso della festa.

Alla Basilica di Sant’Agnese, a partire dalla prima domenica di Avvento, il 3 dicembre, i bambini ricevono un foglio di carta per creare la propria corona d’avvento in cui saranno inserite quattro candele, una per ogni settimana che precede il Natale. Le candele vengono consegnate dai catechisti all’uscita della messa e servono a scandire il tempo dell’attesa.

La preparazione dei più piccoli passa anche attraverso la drammaliturgia, prevista per il 20 dicembre alle 17.30. Si tratta di una rappresentazione natalizia attualizzata durante la quale si inscena la natività anche per parlare di temi contemporanei, sensibili a livello sociale. Mentre il narratore racconta, immagini vengono proiettate su un pannello di fronte all’altare e gli attori si muovono sulla scena. I bambini non sono semplici spettatori: nei momenti di pausa, tra una scena e l’altra, le loro voci si uniscono nel canto.

Ma le feste sono anche l’occasione per riscoprire la bellezza di un momento condiviso tra genitori e figli, magari ascoltando storie vecchie e nuove. Si può, allora, fare un salto alla biblioteca di Villa Leopardi dove, ogni mercoledì alle 17.00, si terranno le letture ad alta voce del progetto “L’ora di lettura”, curato dall’associazione Cartastraccia in collaborazione con Aib e Biblioteche di Roma.

Il 6, 13 e 20 dicembre e 10, 17, 24 e 31 gennaio si leggono insieme classici illustrati di Ungerer come “I tre briganti” o “Il gigante di Zeralda” per avvicinare i bimbi dai 4 agli 8 anni al mondo della lettura. Senza dimenticare di coinvolgere genitori e nonni, invitati a partecipare e a tenere per mano i piccoli lungo questo percorso di scoperta. L’ingresso è libero e gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili nella sala della biblioteca. Il 20 dicembre, in particolare, il pomeriggio sarà dedicato alle letture natalizie e ai saluti, prima di riprendere a gennaio.

I libri sono protagonisti anche in un altro piccolo evento che si terrà al Goethe Institut (via Savoia) in occasione della mostra dedicata a “L’apprendista stregone”, la ballata di Goethe che racconta degli esperimenti di un giovane apprendista alle prese per la prima volta con la magia. Il testo è stato edito da Donzelli con le illustrazioni di Fabian Negrin, esposte nei locali dell’istituto. Il 19 dicembre alle 17.30, dunque, festa natalizia per bimbi dai 6 ai 10 anni, a cura dell’associazione Cartastraccia: letture e laboratori didattici a tema apprendista stregone, così da unire l’aspetto ludico alla scoperta di un grande classico della letteratura.

Musica e azione scenica si intrecciano, invece, negli spettacoli preparati dall’associazione MAG, destinati a un pubblico dai 3 ai 99 anni. Attori professionisti si muovono sul palco del teatro Sacri Cuori in via Magliano Sabina 33 per accendere l’allegria e lo stupore di grandi e piccoli con una performance che prevede canto, ballo e recitazione. Quattro gli spettacoli proposti: il 3 dicembre alle 16.00 il classico “Canto di Natale” di Charles Dickens; l’8 dicembre alle 11 “Natale in casa Tremotino”, che reinterpreta le fiabe dei fratelli Grimm rendendo protagonista un folletto che odia il Natale; il 14 gennaio alle 16.00 “La vera storia di Cenerentola”, una fiaba contemporanea in cui i sogni e le aspirazioni di Cenerentola sono quelli di una ragazza dei nostri giorni; il 28 gennaio alle 16.00 “La leggenda della spada nella roccia”, le vicende di Semola che con la propria purezza d’animo e l’aiuto di mago Merlino riuscirà a diventare re Artù.

È necessario prenotare il proprio posto telefonando al 3929782629. Gli spettacoli hanno un costo di 8 euro per gli adulti e 7 euro per i bimbi.

Attività di laboratorio anche alla Piccola Accademia Creativa di via delle Alpi 32, che apre le proprie porte durante il fine settimana per tre eventi speciali. Sabato 2 dicembre, dalle 16.00 alle 18.00 i bimbi dai 6 anni in su sono invitati a cucire insieme, sotto la guida dell’artista Mariacarmela Milano, piccoli pupazzi di stoffa. Ciascuno potrà scegliere la forma preferita per poi riempirla di lana e decorarla con tutti i materiali messi a disposizione, creando il proprio bambolotto da stringere tra le braccia e portare a casa (costo 17 euro). Domenica 3 dicembre, per i piccoli dai 4 anni, dalle 16.00 alle 17.30, si parte alla scoperta del mondo vegetale con il gioco dei semi: i bimbi impareranno a riconoscere i diversi semi al tatto e potranno costruire un semenziario artigianale in cui semineranno le proprie piantine, da curare e veder crescere nel tempo (costo 15 euro). Domenica 17 dicembre dalle 16.00 alle 18.00 i piccoli protagonisti del laboratorio dipingeranno con colori naturali, ottenuti frullando verdure e spezie, e prepareranno oggetti natalizi e carta da regalo con timbri vegetali (costo 15 euro) I laboratori partono con un minimo di 7 iscritti e si può prenotare chiamando i numeri 339 4638806 oppure 335 7513971.

Al Biopolis Caffè di via Dire Daua 12 continuano le iniziative dell’Officina Kikids, rivolte ai bambini dai 4 anni in su. Per il Natale si preparano sciarpe calde con stampe tratte dai disegni dei piccoli e biglietti d’auguri natalizi realizzati con la tecnica pop-up. Il primo laboratorio di stampa su stoffa sarà sabato 9 dicembre, dalle 11.00 fino alle 12.30; il secondo, dedicato agli auguri su carta, sabato 16 dicembre dalle 16.00 alle 17.30. Entrambi saranno seguiti da una speciale merenda. Infine per quei genitori che sono costretti a lavorare proprio a ridosso delle feste si propone il campetto natalizio kikids: 27, 28 e 29 dicembre, tre giornate dalle 9.30 alle 15.00 tra yoga per bambini e laboratori creativi negli spazi del Caffè. E all’ora di pranzo tutti a tavola con lo sfizioso menù preparato per solleticare l’appetito dei più piccoli, con i prodotti sani e bio di Biopolis.