Georgia Nuzzo è una giovane fotografa professionista. E’ considerata “la fotografa del quartiere Trieste Salario” perché presente ad ogni iniziativa o evento della zona. Ma Nuzzo non è una fotoreporter: è un’artista. Ha esposto i suoi lavori in location tra le più prestigiose, nel suo Curriculum ci sono sfilate di moda, scatti d’architettura d’interni e di design. Le piace però fare foto ritratto, soprattutto se di famiglia. “Stare sul set fotografico è il mio mondo – spiega Georgia – l’adrenalina è tanta, voglio sempre dare il massimo per ottenere risultati eccellenti e cogliere l’anima del soggetto che sto fotografando, tirandone fuori le espressioni migliori”. Ultimamente organizza iniziative per bambini, ha inventato un evento che si chiama Girotondo fotografico nel suo studio di via Delle Alpi 6a, e ha allestito due mostre a loro dedicate: Crescendo a colori e Inluce, esposte qualche anno fa al Chiostro del Bramante. E non solo. Perché segue anche il Centro Studi Roma Yoga dei suoi genitori. Qualche settimana fa è stata ad Arcitrezza per fare un reportage al Convegno internazionale della Federazione mediterranea yoga sulla salute globale. Il suo legame con il quartiere è molto forte, qualche anno fa ha voluto immortalare nel suo obiettivo gli artigiani di via Zara e adesso segue passo passo il “Comitato Roma deve Rinascere – Amo il quartiere Trieste”.

(Cristiana Ciccolini)